LABORATORIO MODELLAZIONE 3D cervia, ravenna

LABORATORIO MODELLAZIONE 3D

LABORATORIO MODELLAZIONE 3D Il corso mira a fornire le competenze necessarie per orientarsi nei nuovi ambiti di modellazione 3D e della visualizzazione virtuale, nonché un adeguato livello di conoscenza dal punto di vista scientifico-qualitativo, dei processi di acquisizione, gestione e trattamento dei dati digitali. CONTENUTO DEL CORSO: LABORATORIO MODELLAZIONE 3D Introduzione Leggi tutto…

Cosa fare del 3d?

Cosa fare del 3D?  – Prima parte. Non è un tutorial, più che altro considerazioni su cosa fare di un modello 3d una volta realizzato. Sperimentazione/discussione che va avanti da anni. Queste sono le mie idee, voi che ne pensate? Consigli e suggerimenti sono bene accetti. PRIMA PARTE SECONDA PARTE Leggi tutto…

Curriculum Vitae – Massimiliano Montanari

  Esperienze: Dal 2011. Attività freelance: Comunicazione Digitale. Principali aree di interesse: 3d & 2d graphic, web design, videomaker; comunicazione BBCC, Foundraising per BBCC. Corsi di modellazione 3d e comunicazione dei Beni Culturali per: Università di Bologna (Laboratorio di Archeologia dell’Architettura), Associazione Culturale Minerva, Open Cult Associazione Culturale, Heritage on Leggi tutto…

archeologia virtuale

Perché e a quale scopo ricostruire?

archeo (23)Potrebbe sembrare semplice rispondere ad una domanda di questo tipo, o che la risposta possa essere scontata, ma in realtà troppo spesso non viene posta, quando invece dovrebbe essere alla base dei progetti di ricostruzione.

Chi esegue un progetto di ricostruzione tridimensionale deve avere ben chiare, sin dall’inizio, le proprie finalità, a prescindere dalla tecnologia usata e tenendo conto del presupposto indispensabile secondo il quale “l’informazione contestuale del ricostruito deve superare cognitivamente la somma delle sue parti, sfruttando al massimo le potenzialità della percezione dinamica” (Forte M. 2000). (altro…)

archeologia virtuale

Il contributo della realta virtuale in archeologia.

sv wip (19)Si è già detto di come la tecnologia di visualizzazione del calcolo, nata in ambiente scientifico e tecnologico, grazie alla sua eccezionale versatilità, abbia visto crescere il proprio campo d’applicazione, tanto che oggi è possibile fare esperienza di sistemi virtuali anche per generare, navigare ed esplorare ambienti ricostruiti d’interesse storico culturale (FELICORI M. 2003).

Quale può essere il contributo della Realtà Virtuale nel campo della ricerca archeologica? (altro…)